6 ragioni per cui non stai perdendo peso con un dieta vegana

Come perdere peso con la dieta vegana

Al giorno d’oggi si sente spesso parlare come quella celebrity o quell’attore abbiano perso peso e raggiunto una forma invidiabile grazie alla dieta vegana.
In effetti, una buona dieta vegana può apportare enormi benefici all’organismo, e molte persone iniziano a cambiare stile di vita proprio per perdere peso e rimanere sani e in forma.

Ma la dieta vegana, da sola, è in grado di far perdere peso?

La risposta è sì, ma in realtà ci sono alcuni miti da sfatare.
La dieta vegana, se composta dai giusti macronutrienti e integrata in modo corretto, può avere un’ottima influenza sul nostro corpo, e farci perdere peso. Questo, però, avviene solo quando si conosce a fondo come funziona una buona dieta vegan e quali sono gli errori da evitare per non ingrassare.

Come si compone una dieta vegana salutare

La dieta vegana è una dieta che esclude a priori tutti gli alimenti di derivazione animale: dunque carne, pesce, ma anche uova e ogni tipo di latte animale. I vegani sono molto attenti al loro regime alimentare, evitando anche prodotti come la gelatina di pesce (utilizzata nei dolci), il miele o i coloranti di derivazione animale (come la cocciniglia).

Naturalmente, una dieta vegana deve essere studiata con più attenzione rispetto ad una dieta onnivora o vegetariana, perché i vegani tendono ad avere carenze di vitamina B12 (presente soprattutto nella carne) e di ferro (facilmente integrabile con alcuni tipi di alimenti naturali).

Non è vero, invece, che i vegani assumono poche proteine: in natura esistono moltissime fonti vegetali che apportano grandi quantità di proteine, senza i rischi e i grassi che sono di solito inclusi nelle proteine animali.

Perciò, una buona dieta vegana di solito si compone di:

  • Frutta e verdura in abbondanza
  • Cereali di ogni tipo (non solo grano, ma anche orzo, farro, amaranto, riso, e così via)
  • Legumi di ogni tipo (fagioli, lenticchie, ceci, ecc.)
  • Sostituti della carne come seitan, tofu, e altri derivati della soia o del muscolo di grano
  • Latte vegetale (mandorla, soia, riso, avena, ecc.)
  • Frutta secca (come noci, mandorle, nocciole, e molti altri)
  • Spezie e salse vegetali (come la panna di soia o il formaggio di soia)
  • Integratori di vitamina B12

Gli errori da evitare

In teoria, la dieta vegana si presenta come un’alimentazione molto sana ed equilibrata, in grado di apportare benefici e di aiutare le persone a perdere peso. Il minor consumo di carne e formaggi, infatti, apporta molti meno grassi e dunque aiuta a raggiungere un peso forma molto più sano.

Ci sono, però, alcuni errori che devi evitare per riuscire a dimagrire con la dieta vegana.

  1. Mangi junk food vegano:
    Le patatine fritte sono vegane! Il junk food vegano è delizioso, e molto calorico. Difatti, nulla toglie che un buon fritto di verdure sia adatto per questa alimentazione, ma rimane comunque un piatto ricco di grassi e poco salutare.
    La tentazione di mangiare cibo spazzatura è molto forte, sia tra onnivori che tra vegetariani e vegani, perciò nessuno ne è davvero immune. Cerca di evitare di mangiare junk food o limitalo ad una volta alla settimana al massimo. 


  2. Non mangi abbastanza proteine:
    Esistono tantissime fonti proteiche vegetali di ottima qualità, che talvolta vengono ignorate da chi è nuovo nella dieta vegana. Molti, infatti, credono erroneamente che una dieta vegana si componga principalmente di frutta, verdura e pane (o derivati). Nulla di più sbagliato!
    Per mantenere una dieta vegana sana e completa, è importante integrarla con fonti proteiche come legumi, seitan, muscolo di grano o cereali come la quinoa (che ha un basso livello glicemico e un alto contenuto di proteine), oppure utilizzare integratori proteici


  3. Porzioni troppo grandi:
    Questo è un problema comune a tutti i tipi di dieta, che sia essa paleo, onnivora o vegana. Le porzioni troppo abbondanti, soprattutto se ricche di farinacei, costituiscono comunque una grande quantità di calorie.
    Anche se vegan, la tua dieta deve comunque avere delle porzioni equilibrate e proporzionate al tipo di vita giornaliera. Se fai molto sport o attività fisica, puoi aumentare le tue porzioni.


  4. Troppe calorie nelle bibite:
    Se ti piace iniziare la giornata con un bello smoothie a base di latte di cocco, oppure fai il pieno di bevande frizzanti ricche di zuccheri, questo influenzerà negativamente il tuo peso. Anche se liquide, queste bevande sono ricchissime di calorie, in particolare zuccheri semplici.
    Meglio mantenere al massimo una bevanda calorica al giorno (magari a colazione o come spuntino) e bere acqua o tè senza zucchero per il resto della giornata.


  5. Hai un’alimentazione sregolata:
    Salti la colazione, oppure pranzi a orari sempre diversi, e magari esageri troppo a cena. Tutte queste abitudini non aiutano il metabolismo a bruciare più calorie. Come per ogni altra dieta, è necessario creare delle abitudini stabili nel tempo. Cerca di mangiare i tuoi pasti alla stessa ora ogni giorno, e non saltarne uno o più nella convinzione che ti faccia dimagrire.


  6. Non assumi integratori per le tue carenze vitaminiche:
    Anche se la dieta vegana è stata provata scientificamente come sana ed equilibrata, necessita comunque di alcune attenzioni.
    È importante, dunque, assumere un integratore di vitamina B12 (che di solito si trova nella carne o nelle uova) e fare particolare attenzione all’assunzione di ferro. Alcuni alimenti che contengono ferro sono cereali integrali, legumi (in particolare lenticchie), tofu, semi (come quelli di zucca e sesamo), vegetali a foglia verde (spinaci e broccoli) ma anche frutta disidratata (come le albicocche).



Tutti coloro che seguono una dieta vegana ed equilibrata e ben integrata sperimentano sempre una perdita di peso e riescono a mantenere un corpo sano e snello. Per essere sicuro di seguire una dieta adeguata, affidati ad un medico esperto di alimentazione vegan oppure ad un nutrizionista specializzato.